Bartolomeo ( Bulldog Inglese )



Scheda Conoscitiva

 
Nome padrone :
Email :  l
Nome   : Bartolomeo
Razza    : Bulldog inglese
Nato il  : 20/05/2016
Provenienza Cane ( Allevamento )   :  doge delle cave Voghera / delle pupe lorde Varzi
Numero fratelli cucciolata  :  4 FEMMINE PIU’ LUI
Malattie / Intolleranze  : Dermatite , tipica di razza.
Primo ingresso in casa MESI : 80 giorni
Numero uscite giornaliero  : 4
Tempo per uscita  :.dai 10 ai 30 minuti
Tempo di permanenza in casa in solitudine  : 4 ore e mezza mattina , 3 ore pomeriggio
Tipo cibo consumato  :  secco
Quantità     gr.100 a pasto 
Provate altre soluzioni addestratevi  : NO
Inizio addestramento : dicembre 2016
Componenti famiglia numero  : 2 .
A giudizio del “ padrone “ cosa sa fare il cane :  No competenze
Considerazioni e richieste Famiglia  :  Corso Educazione Base

Capacità del cane testate
Seduto : NO .
Terra    : NO
Resta    : NO
Condotta al guinzaglio : Decente anche se spesso decide lui i tempi della passeggiata …richiedendo di rientrare a casa .
Condotta libero : NO
Condotta da gara : NO
No        :  Non lo riconosce .
Lascia   : Non lo riconosce .
Richiamo : NO .
Attenzione : Bartolomeo è poco abituato a controllare i padroni durante la passeggiata perché questi lo controllano vistosamente   .


Carattere :
Splendido molossoide dal movimento buffo , sereno , socievole e bene accasato e accomodato . Ottimo dal punto di vista morfologico, a mio modesto giudizio è morfologicamente ben costruito . 
Molossoide : testa voluminosa, rotonda o cuboide, orecchie piccole cadenti, muso proporzionalmente corto e largo, labbra lunghe e spesse, corpo massiccio, tipi normali di grande statura tipo morfologico BRACHIMORFI : predominanza del tronco rispetto agli arti, con ossatura molto forte e muscoli brevi atti a sviluppare lente ma fortissime contrazioni. Diametri trasversali proporzionalmente accentuati. Tipo forte.

Ottimo soggetto e bene allevato il suo carattere e perfettamente aderente alla descrizione dello standard ci cui fornisco copia al cliente . In questo periodo di accasamento il cane non ha acquisito comportamenti errati . La padrona lamenta atteggiamenti che allo stato attuale sono in linea con un qualsiasi cucciolo a meno di future acquisizioni dovute a mancate correzioni . 






Considerazioni Addestratore  :

Sono stato ingaggiato tramite il Veterinario di Bartolomeo . Mi sono recato a casa del cane per corso teorico durante il quale ho discusso con i “ proprietari “ sul cane dal punto di vista etologico . Illustrando cosa andremo a fare in campo e soprattutto il perché . Il corso teorico l’ho intitolato consapevolezza perché sono convinto che se i padroni sono consapevoli continueranno il loro cammino con il proprio cane correttamente anche dopo il corso . Bartolomeo è uno splendido esemplare di cucciolone , ben accasato e accomodato . Il suo carattere è perfettamente in line con lo standard di un esemplare bene allevato di cui fornisco copia .
 I padroni sono molto proiettati sul cane , al punto di chiedere da subito un supporto specialistico per iniziare un addestramento .Ho spiegato loro che il cane è innanzitutto un Predatore Mammifero , I deficit di una autostima bassa e la conseguente carenza di autoefficacia
 e quali sono i deficit  rilegati alla vita sociale con un cane in caso di deficit o di eccesso di affetto .

 Il cane , come tutti i cuccioli , è molto vivace e il suo comportamento in casa è in linea con l’età del cane . In campo noto che Bartolomeo non è ancora legato come si dovrebbe ai padroni questo perché il rapporto del trio è fortemente convergente verso l’antropomorfizzazione : coccole e coccole .  Ho spiegato ai “ padroni “ che cercherò di spostare il rapporto verso un atteggiamento e un attaccamento affettivo basato più sul lavoro . Cercherò di creare un ordine gerarchico ancora non presente in famiglia. Questo tipo di lavoro è atto a migliorare la capacità del cane del percepirsi ( Autostima ) e del fare ( Autoefficacia ) . Elementi che i padroni devono capire essere essenziali per il vero benessere animale


Durante il lavoro in campo insegnerò come rapportarsi con il proprio cane , come relazionarsi usando un linguaggio più vicino a quello del cane .Insegnerò come modulare  livello di attivazione emozionale ( Arousal ) di un soggetto che si esprime in termini quantitativi su una scala che va da basso arousal (apatia) ad alto arousal (eccitazione) e come questo incide sull’apprendimento . 

Parleremo di prossemica ossia dell’uso social dello spazio ai fine della comunicazione . Molto utile per la conduzione e comunicazione del cane nell’ambiente per una più serena vita sociale
    

Tutto il lavoro in campo sarà fatto con metodi non coercitivi facendo uso dei rinforzi e insegneremo  come un rinforzo errato può determinare nel cane comportamenti non desiderati . 


 

Tutto il corso sarà orientato a creare una corretta Leadership ossia la capacità di influenzare il cane in maniera volontaria affinché assuma un comportamento gerarchicamente corretto senza problemi di accesso alle risorse . Cambiare l’emozione del cane da negativa in positiva equivale a migliorare lo stato fisico e fisiologico del nostro cane .Emozioni spiacevoli inducono a cambiare strategie , emozioni  piacevoli fissano il comportamento e ne sono quindi un rinforzo . 


Gli obiettivi che mi sono posto di perseguire :
·          Corso Teorico presso domicilio.
·          Giochi di calma e attenzione .
·          Modificare la visone del binomio e quindi rinforzarlo correttamente più dal punto di vista cinofilo .
·          Creare leadership corretta.
·          Creare emozioni positive .
·          Creare competenza .
·          Comandi di base : Seduto , Terra , Resta , Messa al piede , Condotta , Richiamo .
·          DOG TRICKS : Twist , Slalom ,Sotto
·          Uso iniziale degli attrezzi : Salto e Tubo ,slalom .
·          Giochi di predazione e controllo ( Prendi e lascia )  COMBATTIVITA', PREDATORIETA', POSSESSIVITA’ , TEMPERAMENTO E TEMPRA .




A dieci ore di lavoro posso sostenere che :
Sebbene dieci ore sono veramente il numero minimo per lavorare ho potuto eseguire un programma di tutto rispetto grazie alla collaborazione di Bartolomeno e dei suoi padroni . Gli obiettivi iniziali sono stati raggiunti .Bartolomeo ha accettato l’addestramento divertendosi .  I proprietari sono diventati  più sicuri e  sanno meglio comunicare con il cane . Bartolomeo ha maggiore autostima e competenza che corrispondono ad una maggiore auto efficacia ossia il saper fare . Si consiglia di continuare a lavorare con il cane ricordando che queste attività sono essenziali per il suo benessere fisico e psicologico .  La ripetizione degli esercizi del corso devono essere effettuati sempre affinché il cane non rimuova dal suo bagaglio conoscitivo quanto appreso . Chiaramente vanno ripetuti con le stesse modalità e competenze acquisite . Un esercizio ripetuto male rischia di rovinare il lavoro svolto .  Use it or loose it insegna la neuropsicologia, o lo usi o lo perdi. I circuiti neurali di un cervello quando non vengono nutriti attraverso l’esperienza, vengono persi, potati, eliminati o quanto meno diventano “avvizziti”. Questo, invece di portare il cane ad espandere le sue capacità, ne blocca il potenziale.
Abbiamo lavorato facendo leva sulle aree Cognitive , Motorie e sociali :

Area Cognitiva :
Imparare a imparare (con l’esperienza i cani aumentano le loro capacità di apprendimento)
Attenzione
Concentrazione
Memoria
Resilienza (capacità di affrontare avversità e di riprendersi rapidamente da esse)
Problem solving

Area Motoria :

Propriocezione (percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio e lo stato di contrazione dei propri muscoli)
Coordinazione
Agilità
Equilibrio
Accuratezza

Area Sociale :
Cooperazione
Socializzazione
Comunicazione
Empatia
Imitazione




 “…I cani con il loro naso riescono a comprendere quello che gli uomini non riusciranno mai a capire con il loro ingrommante e , molto spesso , inutile cervello ..”   In memoria  di un grande allevatore ,cinofilo e amico Giampietro  Annavini

Il lavoro svolto ha attraversato varie tappe fatte da errori da correggere .In  questa  strategia di  rielaborazione  cognitiva  ed emotiva l’errore è una  vera  e  propria approssimazione  alla  conoscenza;
Si lavora per evitare  di  far  stabilizzare l'errore nell’individuo  che  apprende la possibilità di  elaborare nuove  strategie che vadano nelle direzione di un apprendimento corretto.In altri termini, l’insegnante in questa fase del processo educativo integra il suo ruolo di esperto delladisciplina per diventare anche un “facilitatore”, un soggetto che ne aiuta un altro a raggiungere unaconoscenza e a integrarla nel complesso di quelle che già possiede, ampliandole e/o migliorandole. Nell'addestramento questo processo prevede il passaggio attraverso uno o più soggetti , i padroni del cane , per poi arrivare al cane stesso  Questo complica non poco l'apprendimento ma il risultato , qualunque esso sia è magico , perchè vede il cambaimento di padroni e cane ...Questo crea il legame , forte e corretto. 
Di seguito il video del backstage di una parte delle lezioni svolte 





Come ricordo del corso si rilascia attestato di frequenza e sul blog contributo filmato : http://oldenglishshepdog.blogspot.it/ . Se siete interessati potete lasciare , sempre sul blog , alla pagina recensioni un vostro commento .